Acciai inossidabili austenitici

Gli acciai inossidabili austenitici contengono un’elevata percentuale di cromo e nickel, elementi che ne migliorano in modo sensibile la resistenza alla corrosione. La struttura di questi acciai non consente l’esecuzione di trattamenti di bonifica, ma la deformazione a freddo di trafilatura permette di ottenere caratteristiche meccaniche elevate.

Qualità

Werkstoff .Nr

Acciaio inossidabile austenitico, induribile solo mediante deformazione a freddo e  resistente alla corrosione intergranulare; si salda facilmente con tutti i tipo di processo.

Grazie al basso contenuto di Carbonio presente un’ottima resistenza alla corrosione rispetto a una vasta gamma di sostanze ma non in presenza di cloruri; possiede elevata tenacità sia alle basse che alle alte temperature di esercizio. Non è magnetico allo stato solubilizzato di fornitura ma lo diventa proporzionalmente all’incrudimento.

Qualità

Werkstoff .Nr

L’Acciao inossidabile 1.4435 è un acciaio al Cromo, Nickel, Molibdeno, austenitico, non temprabile induribile mediante deformazione a freddo.
La resistenza alla corrosione è ottima in atmosfera e buona in varie soluzioni di sali, acidi organici e sostanze minerali.

È praticamente insensibile alla corrosione intercristallina.
La resistenza all’ossidazione è buona fino a 850° C in condizioni di servizio continuo; fino a 800°C in condizioni di servizio intermittente.

Qualità

Werkstoff .Nr

Acciaio inossidabile austenitico con interessanti caratteristiche meccaniche: pressochè insensibile alla corrosione intercristallina e facilmente saldabile, presenta un’ottima resistenza alla corrosione localizzata anche in presenza di cloro. E’ saldabile con qualsiasi processo tuttavia si sconsiglia la saldatura ossiacetilenica che potrebbe presentare una ricarburazione dell’acciaio; resiste all’ossidazione a caldo fino a circa 890° C.

 

Qualità

Werkstoff .Nr

Acciaio speciale austenitico con alto contenuto di molibdeno in lega e basso contenuto di carbonio. Presenta una straordinaria resistenza alla vaiolatura, alla tensocorrosione e alla corrosione intergranulare.

Qualità

Werkstoff .Nr

Acciaio inossidabile austenitico al Cromo e Nickel stabilizzato con Niobio, non temprabile, induribile mediante deformabile a freddo e resistente alla corrosione cristallina.

Buona resistenza alla corrosione nei riguardi di una grande varietà di sostanze presenti nell’industria chimica, tessile, petrolifera, casearia e alimentare. L’aggiunta di Niobio in lega lo rende insensibile alla corrosione intergranulare. Buona resistenza all’ossidazione fino a 850°C in condizione di servizio continuo e fino a 800°C in condizione di servizio intermittente. L’acciaio 347 può essere saldato senza difficoltà e non è necessario alcun trattamento dopo saldatura.

 

 

Qualità

Werkstoff .Nr

Acciaio inossidabile austenitico resistente al calore con resistenza meccanica sufficientemente buona. Presenta infragilimento se utilizzato in esercizio per lungo tempo nel campo 500-850 °C; è possibile tuttavia eliminare tale fenomeno con una ulteriore solubilizzazione a circa 1100°C. La saldabilità è buona ma è sconsigliata la saldatura ossiacetilenica. Buona resistenza all’ossidazione fino a circa 1050°C in condizioni di servizio continuo e fino a circa 950° C in condizioni di servizio intermittente.

 

 

Qualità

Werkstoff .Nr

Il grado 1.4835 è un acciaio inossidabile austenitico adatto alle alte temperature di utilizzo con buona resistenza all’ossidazione. Il range di temperatura di utilizzo è tra gli 850-1100 °C  ed è idoneo alla produzione di particolari con buona resistenza alla corrosione termica e con buone proprietà di resistenza allo scorrimento. L’acciaio 253MA non è magnetico ma può leggermente diventarne dopo la lavorazione a freddo o dopo operazioni di saldatura.

Qualità

Werkstoff .Nr

Acciaio inossidabile austenitico resistente alle alte temperature fino a 1125°C, grazie al basso coefficiente di espansione permette la creazione di un film protettivo in particolare dalle temperature 650°C a 870°C. Questo garantisce resistenza anche in corso di sbalzi di temperatura.

Qualità

Werkstoff .Nr

Il materiale X10NiCrAlTi32-21 è una lega di nickel-ferro-cromo, austenitica e resistente al calore. Buona la resistenza in atmosfere ossidanti, riducenti e azotate. La stabilità metallurgica è visibile nell’utilizzo a lungo termine ad alte temperature; facilmente saldabile con tutti gli elettrodi. La lavorazione meccanica è abbastanza impegnativa a causa delle alte percentuali in lega di Cromo e soprattutto Nickel pertanto si consigliano bassi parametri di taglio.

Qualità

Werkstoff .Nr

Acciaio inossidabile austenitico resistente al calore con elevata resistenza alla corrosione. L’AISI 321H presenta una migliore resistenza allo scorrimento rispetto a entrambi gli acciai inossidabili 321 e 304; con l’aggiunta di titanio (Ti) si stabilizzano i carburi contro la sensibilizzazione e si previene la precipitazione intergranulare del carburo di cromo quando l’acciaio viene riscaldato a una temperatura all’interno dell’intervallo di sensibilizzazione (come durante la saldatura).

Qualità

Werkstoff .Nr

Acciaio inossidabile al Cr Ni austenitico, non temprabile automatico, incrudibile per deformazione a freddo.

La resistenza alla corrosione di questo tipo è stata leggermente sacrificata per ottenere una migliore truciolabilità rispetto al 304, negli ambienti meno corrosivi, in particolare verso l’atmosfera e gran parte delle sostanze alimentari e dei prodotti chimici organici; la sua resistenza è invece sensibilmente più bassa verso sostanze fortemente corrosive come acidi riducenti e cloruri.

Normalmente questo tipo non viene impiegato in applicazioni che richiedono operazioni di saldatura.

Qualità

Werkstoff .Nr

Acciaio inossidabile al cromo, nichel, austenitico, non temprabile, induribile mediante deformazione a freddo, a lavorabilità migliorata.
Allo stato solubilizzato presenta una resistenza alla corrosione nei riguardi di una grande varietà di sostanze interessanti l’industria chimica, tessile, petrolifera, casearia, alimentare. Dato il minore tenore di carbonio il tipo 304 è meno soggetto del 302 alla corrosione intercristallina. Si raccomanda di evitare riscaldi e raffreddamenti lenti nell’intervallo 450-900°C.

Buona la resistenza all’ossidazione fino a 850°C in condizioni di servizio continuo. Fino a 800°C in condizioni di servizio intermittente. L’acciaio inox 304/304L e’ un acciaio inossidabile della famiglia degli acciai austenitici, è amagnetico ed è composto da un tenore di Cromo tra il 18% e il 20% e di Nickel tra l’8% e l’11%.

L’acciaio inox 304/304L è l’acciaio inox più comune in Italia e resiste alla corrosione grazie al fenomeno della passivazione in quanto gli elementi chimici, presenti in lega, reagiscono facilmente con l’ambiente circostante e in particolare il cromo forma un piccola pellicola protettiva che evita gli attacchi corrosivi sull’acciaio.

L’acciaio inox 304 è meno resistente alla corrosione rispetto all’acciaio inox 316 ma tuttavia esistono sostanze chimiche, ad esempio l’acido nitrico, per cui il 304 presenta una resistenza maggiore del 316.

Saldatura senza difficoltà. Si consigliano elettrodi di acciaio austenitico tipo AISI 308 o 347. Quando le sezioni saldate hanno spessore inferiore a 25 mm non è in genere necessario eseguire il trattamento post saldatura.

Qualità

Werkstoff .Nr

Acciaio austenitico per elevate temperature e per carichi relativamente elevati. Ha buona resistenza alla corrosione in
ambienti solforosi. E’ saldabile e può essere impiegato in ambiente ossidante fino a 1100°C in servizio continuo.

Qualità

Werkstoff .Nr

Acciaio inossidabile al Cr Ni Mo, austenitico, non temprabile, induribile mediante deformazione a freddo. Presenta resistenza alla corrosione superiore a quella dei tipi 304 anche nei riguardi della vaiolatura provocata da ioni cloro. 

Ottima la resistenza alla corrosione, in atmosfera e in una grande varietà di sali, acidi organici e sostanze alimentari, discreta nei confronti delle soluzioni deboli di acidi riducenti, migliore rispetto agli altri acciai austenitici non contenenti Mo, verso gli alogenuri e l’acqua marina. Dato il suo relativamente basso tenore di carbonio, il tipo 316 è poco sensibile alla corrosione intercristallina; tuttavia è opportuno evitare di riscaldarlo o raffreddarlo lentamente, entro l’intervallo di temperatura da 450-900°C.

Buona la resistenza all’ossidazione fino a 850°C in condizioni di servizio continuo. Fino a 800°C in condizioni di servizio intermittente.

Questo tipo può essere saldato senza difficoltà. Ove richiesto l’impiego di elettrodi, è necessario usare elettrodi dello stesso tipo di acciaio. Quando le sezioni saldate hanno spessore inferiore a 25 mm non è in genere necessario eseguire il trattamento postsaldatura.

Qualità

Werkstoff .Nr

Acciaio inossidabile al Cr Ni Mo, stabilizzato con titanio, austenitico, non temprabile, induribile mediante deformazione a freddo. Resiste alla corrosione intercristallina grazie all’aggiunta di titanio.

Ottima la resistenza alla corrosione, in atmosfera e in una grande varietà di sali, acidi organici e sostanze alimentari, discreta nei confronti delle soluzioni deboli di acidi riducenti.

Buona la resistenza all’ossidazione fino a 850°C in condizioni di servizio continuo. Fino a 800°C in condizioni di servizio intermittente.

Questo tipo può essere saldato senza difficoltà. Ove richiesto l’impiego di elettrodi, è necessario usare elettrodi dello stesso tipo di acciaio.

Qualità

Werkstoff .Nr

Acciaio inossidabile al Cr Ni stabilizzato con titanio, austenitico, non temprabile, induribile mediante deformazione a freddo, resistente alla corrosione intercristallina.

Buona la resistenza alla corrosione allo stato solubilizzato nei riguardi di una grande varietà di sostanze interessanti l’industria chimica, tessile, petrolifera, casearia, alimentare. L’aggiunta di Ti rende questo acciaio insensibile alla corrosione intergranulare.

Buona la resistenza all’ossidazione fino a 850°C in condizioni di servizio continuo. Fino a 800°C in condizioni di servizio intermittente.

L’acciaio 321 può essere saldato senza difficoltà. Ove richiesto l’impiego di elettrodi, sono consigliabili elettrodi di acciaio austenitico (tipo AISI E347). Non è necessario alcun trattamento dopo saldatura.

ACCIAI INOX AUSTENITICI: CARATTERISTICHE E UTILIZZO

Gli acciai inossidabili austenitici sono leghe al cormo-nichel, con Cromo in quantità comprese tra il 17% e il 26% e il nickel tra il 7% e il 22%. Come per i ferritici questa famiglia non prende tempra ma si possono incrementare le proprietà tensili con incrudimenti per deformazione a freddo. Esistono a nostro catalogo diverse versioni di acciai inox austenitici a basso contenuto di Carbonio, stabilizzate, per i più svariati campi di impiego. Forniti allo stato solubilizzato, sono completamente amagnetici e lo zolfo in lega permette una facile truciolabilità del materiale e lo rende adatto alla produzione di pezzi torniti. Essi possono essere anche saldati sia a resistenza sia all’arco elettrico.

GLI ACCIAI INOSSIDABILI AUSTENICI PIÙ FAMOSI

Gli acciai inox austenici più famosi sono AISI 304 e AISI 316 che sono molto duttili per svariate applicazioni. L’acciaio inox AISI 321Ti / 1.4571 che grazie all’aggiunta del titanio resiste alla corrosione intercristallina ed è idoneo alla costruzione di particolari per il settore navale, chimico farmaceutico, tessile ecc. L’aisi 310S / 1.4845 presenta una buona resistenza alla corrosione in ambiente solforosi ad alte temperature con carichi relativamente elevati ed è utilizzato per parti di forni, scambiatori di calore, bruciatori ecc. Infine notiamo le due versioni modificate degli acciai austenitici più famosi cioè l’1.4306 e 1.4435 dove la loro applicazione rientra quasi esclusivamente nel campo alimentare visto la bassa percentuale di Carbonio presente in lega.

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Compila il form e ti ricontatteremo nel giro di breve.