Acciai per utensili impieghi a freddo

Le caratteristiche tipiche degli acciai per lavorazioni a freddo, sono la capacità di raggiungere durezze elevate, alte resistenze all’usura, elevate resistenze alla compressione ed una buona tenacità. Gli acciai per utensili a freddo trovano applicazione su stampi per tranciatura, tranciatura fine, matrici, punzoni per imbutitura e coniatura, rulli per formatura a freddo, filettatura, lame e coltelli ecc.

Qualità

Werkstoff .Nr

Stato

Acciaio che presenta elevata resistenza all’usura e discreta stabilità dimensionale nel corso del trattamento termico.

Qualità

Werkstoff .Nr

Stato

Acciaio legato al cromo vanadio con temprabilità media per tempra in olio e acqua, tenacità relativamente buona con elevata durezza, buona resistenza all’usura e potenza di taglio. Duttilità più difficile durante il calore e buona lavorabilità allo stato ricotto.

Barre disponibili a stock da mt.1 dal diam.1,5 mm al diam.50,00 mm

 

Qualità

Werkstoff .Nr

Stato

Il materiale 1.2363 colma il gap esistente tra il 1.2842 e il 1.2379. Analogamente al 1.2842, questo materiale può essere lavorato senza alcun problema. Il 1.2363 è molto adatto alla tempra sotto vuoto. Il 1.2363 dovrebbe essere utilizzato nei casi in cui, per ragioni di resistenza all’usura o di penetrazione di tempra, il 1.2842 non risulta sufficiente per l’applicazione specifica, ma non è ancora obbligatoriamente necessario utilizzare il 1.2379. Il 1.2363 ha buone caratteristiche di lavorabilità e raggiunge durezze fino a 63 HRC; con l’indurimento secondario si ottengono buone proprietà di resistenza all’usura.

Qualità

Werkstoff .Nr

Stato

Acciaio caratterizzato da elevata resistenza all’usura, ottima temprabilità e stabilità dimensionale al trattamento termico. Se trattato ad alta temperatura, presenta al successivo rinvenimento, il fenomeno della durezza secondaria. Questa caratteristica rende adatto questo acciaio a subire trattamenti di indurimento superficiale tipo nitrurazione.

Qualità

Werkstoff .Nr

Stato

Acciaio 1.2436 ledeburitico al 12% al Cromo con ottime capacità di resistenza all’usura adesiva e abrasiva, buona stabilità dimensionale dopo trattamento termico.

Qualità

Werkstoff .Nr

Stato

Relativamente al trattamento al trattamento termico occorre tenere presente che il 1.2510 e’ un acciaio per tempra a cuore che durante il trattamento potrebbe subire una leggera variazione di volume. Per i componenti con sezioni di grandi dimensioni si raccomanda l’uso di acciai ledeburitici al 12% di Cr. La lavorabilità e’ buona e non presenta criticità.

Qualità

Werkstoff .Nr

Stato

Acciaio a medio carbonio con tungsteno, resistente agli urti con buona tenacità e resistenza all’usura.

Qualità

Werkstoff .Nr

Stato

Acciaio caratterizzato da elevata temprabilità e tenacità.

Adatto alla costruzione di utensili soggetti in esercizio ad urti ripetuti ed a forti pressioni. Trattato per la massima durezza, trova impiego anche per la costruzione di stampi per lavorazioni a freddo per posaterie, oreficeria, e materie plastiche

Si consiglia di impiegare i blocchi per stampi trattati a diversi limiti di durezza in funzione della profondità di incisione. Gli utensili prima di iniziare la lavorazione devono essere preriscaldati a temperature comprese nell’intervallo 250 ÷ 300 °C.

Qualità

Werkstoff .Nr

Stato

Acciaio con spiccate caratteristiche di indeformabilità. Possiede discreta tenacità e buona resistenza all’usura. L’analisi chimica di questo acciaio permette di effettuare con relativa facilità il trattamento termico di messa in opera (bassa temperatura di tempra, con conseguenti contenute deformazioni).

Qualità

Werkstoff .Nr

Stato

Acciaio al manganese

Acciaio austenitico al 12% di manganese; allo stato di fornitura questo acciaio si presenta molto tenace. Sottoposto a forti urti o pressioni si ha un incrudimento della superficie che aumenta di durezza passando da circa 200 HB circa 600 HB.

ACCIAI PER UTENSILI A FREDDO: CARATTERISTICHE E UTILIZZO

Gli acciai per utensili a freddo hanno la particolarità che sono impiegati per tutte le lavorazioni in cui le temperature di esercizio non superano i 200°C. In questa famiglia gli acciai più utilizzati sono gli acciai ledeburitici (1.2080 / X210Cr12 / X205Cr12 KU – 1.2436 / X210CrW12 – 1.2379 / X153CrMoV12 / X155CrMoV12-1 KU che presentano il 12% di Cromo in lega e vengono utilizzati in modo particolare per la costruzione di matrici, per calibri, per punzoni, per filiere ecc. con durezze dopo trattamento termico di tempra tra i 58-61 HRC. L’acciaio 1.2363 / X100CrMoV5 colma il gap tra l’acciaio “indeformabile “ 1.2842 / 88MnV8 e l’acciaio 1.2379 con buone caratteristiche di lavorabilità raggiunge durezze fino a 63 HRC. Per le applicazioni di coniatura e imbutitura gli acciai da utensili per lavorazioni a freddo più utilizzati sono 1.2767 / X45NiCrMo4 / 42NiCrMO157 – 1.2550 / 60WCrV7 / 55WCrV8KU a media percentuale di carbonio in lega resistono molto bene agli urti e con discreta resistenza all’usura vengono utilizzati come punzoni, utensili sbavatori e coniatori, lame per cesoie, utensili per improntatura a freddo, stampi per materiale plastiche ecc. Infine segnaliamo “ l’’acciaio argento “ 1.2210 / 115CrV3 legato al cromo vanadio che con buona duttilità di applicazione e buona lavorabilità è idoneo a produrre inserti, perni, punzoni, eiettori ecc.

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Compila il form e ti ricontatteremo nel giro di breve.